Pubblicato in: Senza categoria

PERCHÉ INVECE DI MISS ITALIA NON ELEGGIAMO MISS INTELLIGENZA

Screenshot_2015-09-20-09-27-01-1

Ormai l’immagine, nella nostra società,  è diventata qualcosa di imprescindibile dalla persona. BISOGNA APPARIRE. Sempre, per forza se ti vuoi distinguere. Devi seguire canoni di bellezza che ti plasmano totalmente, a volte senza che rimanga niente di ” umano “.

Ma io, guardandole sfilare, le vedo tutte uguali. Tristi e senza personalità. Vogliono farci credere che la perfezione esiste, e ci spiattellano su copertine di riviste e pubblicità corpi di donne – oggetto su cui sono passate mille mani e mille ritocchi. Si perché potrai essere bella quanto vuoi, ma ti troveranno quel difetto che andrà modificato, te lo faranno notare fino a fartelo odiare, fino a volerlo cambiare… fino a volerTI cambiare. E’ cosi triste vedere donne che hanno venduto il proprio corpo per diventare pezzi di plastica. Bambole ormai completamente dipendenti dal giudizio altrui delle quali col tempo, chi le ha volute cambiare, si stanchera’; già, perché sarà attratto da qualcuno di più fresco, giovane e magari naturale che vorrà iniziare a modellare… proprio come una bambina che si è stancata della sua vecchia bambola e, gettandola a terra, corre a prendere l’ultima versione di Barbie.

Ma noi siamo più di questo!

Provate a immaginare una società in cui si incoraggi la donna invece che a seguire una dieta, a voler bene al suo corpo e a mangiar sano; che stimoli la donna invece che a cambiare il proprio aspetto ad apprezzarlo così com’è… Provate a immaginare non più concorsi di bellezza, ma concorsi di intelligenza, in cui si concorre per aprire la mente; in cui per gareggiare non occorre offrirsi in bikini, in cui vengono premiate le capacità di una persona, non le sue prestazioni fisiche.

Probabilmente le borse non si riempirebbero più di trucchi ma di libri, probabilmente si sentirebbero più frasi come : ” Da grande sogno di cambiare il mondo “; ” vorrei diventare come Astro Samantha ” ; ” vorrei salvare la vita delle persone “…. invece di sognare una passerella o una vita vuota, priva di vere soddisfazioni.

Non c’è niente di più soggettivo della bellezza, ma soprattutto non deve essere il nostro punto di riferimento.  Perché noi con questo viso o con questo corpo ci nasciamo… i meriti sono ben altri!

Il vero premio non è per la bellezza del corpo, ma per la bellezza dell’anima.

PennaLibera

Annunci

Autore:

Sono Sara Benedetti. Italiana, musulmana. Sognatrice e scrittrice. Racconto storie. Scrivo pensieri e riflessioni. Una versione moderna e femminile di Robin Hood, che contro i soprusi dei potenti, vuole far sentire la voce dei più deboli, di chi solitamente non viene ascoltato.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...