Pubblicato in: amare, Aylan, blog, blogger, copertina, emergenza, giornalismo, giornalista, morte, PennaLibera, profughi, storia, Syria, trafficanti, vita

Il suo nome era Aylan

Il suo nome era Aylan.  10869804_10207465555468017_3272802820099746572_o

La foto che ha fatto il giro del mondo non ci mostra il suo viso. Ma questo era lui, semplicemete un bambino con tanta voglia di vivere. E’ morto con la mamma e il fratellino di 5 anni, all’inizio del suo viaggio verso il Canada. La famiglia aveva fatto richiesta di asilo in Canada, ma se l’era vista respingere, e per questa ragione avrebbe poi tentato il viaggio più pericoloso, affidandosi alle mani dei trafficanti. Non dimentichiamoci che dietro ogni persona c’è una storia, tuttavia, troppe volte, ci soffermiamo sulla sola copertina. #FREESYRIA

PennaLibera

Annunci

Autore:

Sono Sara Benedetti. Italiana, musulmana. Sognatrice e scrittrice. Racconto storie. Scrivo pensieri e riflessioni. Una versione moderna e femminile di Robin Hood, che contro i soprusi dei potenti, vuole far sentire la voce dei più deboli, di chi solitamente non viene ascoltato.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...